Oasi Spondone (Guasticce)

Vale la pena fare visita all’oasi spondone soprattutto per la bellezza del posto… trattasi infatti di una bellissima tenuta in quel di Guasticce con grande giardino e ristorante (forse anche le camere? non saprei).

Il posto sembra particolarmente adatto per matrimoni e cerimonie varie: il giardino è molto bello e sembra fatto apposta per signore agghindate che si piantano nel pratino con i tacchi a spillo. Dicono che se ti porti il dj e paghi la SIAE, alle cerimonie puoi anche fare baldoria.
E’ bello comunque anche per fermarsi a fare quattro chiacchiere dopo cena, tra l’erba, il silenzio, e in questo periodo una quantità impressionantedi lucciole!
Veniamo alla cucina….

A mio giudizio siamo nell’ambito del “classico posto onesto”: tutto abbastanza buono, niente di eccezionale.

Vi posso raccontare che le trofiette alla rucola e pinoli erano buone (molto più degli gnocchi con pesto, pomodoro e ricotta) e che il fritto di coniglio, piccione (?) e verdure miste non era male. I dolci, purtroppo, mediocri.
Il vino della casa si può anche evitare.

Prezzo: intorno ai 25 euro
Voto: 3 ganasce

4 pensieri su “Oasi Spondone (Guasticce)

  1. Lasciato da milcopu:
    “Ciao a tutti, sono stato di recente e per la prima volta a mangiare all’ “OASI SPONDONE” a guasticce (LI), e ora vi racconterò le mie impressioni. All’ Oasi Spondone vi si accede da una strada (asfaltata) che dal paese va verso il campo sportivo, si oltrepassa un grande cancello in ferro battuto e si prosegue per ancora 2/3 Km.

    Fino ad arrivare al ristorante che è situato su una collina. Dopo aver superato il cancello si fanno circa 500 m. di rettilineo e poi dopo la prima curva si vede in lontananza un colle tutto illuminato (siamo arrivati che erano le 21,00 circa) e sinceramente abbiamo pensato che doveva essere un borgo e che li avremmo trovato il ristorante. Mentre ci avvicinavamo ci rendevamo sempre piu’ conto che quello era il ristorante. Bellissimo. Arriviamo nell’ampio parcheggio (che rimane al disotto del ristorante) e ci dirigiamo verso l’ingresso. fatta la scalinata ci troviamo in un grande giardino che circonda tutto il locale, e tenuto in una maniera esemplare. Bellissimo. Finalmente arriviamo all’ingresso dove veniamo accolti da un cameriere (che poi abbiamo scoperto essere uno dei gestori) che ci porta al nostro tavolo (dimenticavo è guasi d’obbligo la prenotazione). Al nostro arrivo nel locale vi erano già molte persone, senza esagerare almeno 120/150, e il nostro primo pensiero è stato quello che avremmo dovuto aspettare tanto, ma con nostro stupore dopo neanche cinque dieci minuti il cameriere che ci aveva accolti all’ingresso viene a prendere la comanda.

    Menu’ descritto dal cameriere (niente menu’ al tavolo) con molta gentilezza e pazienza (dato che noi siamo abbastanza rompi cog…). Dato che era la prima volta abbiamo deciso di assaggiare tutto quello che proponeva il menu’.antipasto OASI: salumi toscani misti, salsiccia di cinghiale, 4 tipi di crostini e sott’oli; primi: ravioli alle noci, pennette salsiccia e porcini, gnocchetti pesto ricotta e pomodoro, tagliolini alla pernice, pappardelle al cinghiale, trofie rucola e pinoli, gnocchetti speck e porcini, tagliolini pomodoro fresco prosciutto crudo e ricotta;secondi: tagliata rucola e parmigiano, filetto di vitella con porcini, fritto di pollo coniglio piccione e verdure, cinghiale in umido con le olive, anatra muta in umido con olive e porcini, fagiano all’uva, funghi porcini fritti;dolci: crostata di fichi, millefoglie con crema chantilly, torta della nonna; cantuccini con vin santo; (dolci di produzione propria). noi eravamo in dodici persone e non siamo riusciti a trovare un difetto in tutto quello che abbiamo mangiato, e dato che andiamo spesso a mangiare fuori e che abbiamo girato parecchi locali, per noi questo lo mettiamo ai primi posti, e secondo noi merita almeno 4 ganasce. Vi dirò di piu’ abbiamo chiesto al cameriere se fosse possibile conoscere chi fosse stato in grado di preparare cotanta bontà, e lui gentilissimo dopo pochi minuti accompagna al nostro tavolo due signore (le cuoche e gestori madre e figlia) e ce le presenta come le regine della cucina dell'”OASI SPONDONE”, Luisa e Alessandra. a quel punto noi ci congratuliamo con loro e le ringraziamo anche per l’ottimo servizio del cameriere a noi assegnatoci, a quel punto la signora Alessandra ci dice che quel cameriere è Nicola suo figlio anche lui gestore del ristorante.

    Veniamo ora al perchè non mettiamo questo ristorante al primo posto fra tutti quelli da noi provati, il vino. Purtroppo non vi è una carta dei vini, anche se i pochi vini che hanno sono discreti. Ma parlando appunto con Nicola ci dice che la carta dei vini è in fase di sviluppo, e che cercheranno di fare anche un menu’ degustazione.

    Il prezzo, tutto sommato onesto perchè con tutto quello che abbiamo mangiato (per assaggiare tutto), e nei limiti del possibile quello che abbiamo bevuto abbiamo speso € 45,00 a testa, ma mi diceva Nicola che la spesa media si aggira intorno a € 30,00. Comunque noi ciritorniamo, e spero che voi lo proviate al piu’ presto. Senza dubbio un posto adattissimo per tutti i tipi di cerimonie, fa anche da affitta camere. Un saluto a tutti.”

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 2

  2. Alcuni Giovedì fa sono tornato con alcuni amici all’ “OASI SPONDONE”. Avevano un gruppo di persone che avevano ordinato il cacciucco. Insomma dietro consiglio del cameriere che se ne prende la responsabilità, ordiniamo tutti il cacciucco. Al momento che arriva in tavola il profumo promette bene, ma quando lo assaggiamo è ancora meglio. Un cacciucco davvero delizioso, come se ne mangiano pochi. Complimenti davvero allo chef. A dimenticavo il tutto annaffiato da un ottimo Poggio alla Guardia di Rocca di Frassinello. La spesa davvero interessante, € 30,00 a testa. Solo cacciucco, vino e dolce. Praticamente la cena vale tutte e 5 le ganasce.

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

  3. siamo stati lo scorso Sabato
    eravamo invitati ad un matrimonio pero’ piuttosto intimo quasi una tavolata ..
    il posto molto panoramico, l’interno un po’ anonimo ne’ rustico ne’ moderno …
    il menu’ era combinato ma nel complesso siamo stati bene .. antipasti vari con salumi scelti crostini sformati … per primo un risotto allo champagne (ben eseguito anche se stile anni 70/80) e i tagliolini funghi e salsiccia (buoni) … come secondo una ottima tagliata con la rucola e grana per fortuna servita a parte di lato (arridagli con gli anni 70/80 ) e il fritto dell’aia molto buono.
    Nel complesso cibo ben cucinato di cui pero’ non sono in grado di valutarne il corretto rapporto qualità/prezzo dato che eravamo invitati .. per la cucina confermo le tre ganasce ..

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

Rispondi