La fondue

La Fondue
Edel Kitsch Restaurant
via della Fonderia, 1R
Firenze
Tel. 055-2286006
Chiusura: lunedì

Il ristorante si trova a due passi da Ponte alla Vittoria, facilmente raggiungibile dalla FIPILI. Dispone di un comodo parcheggio, di fianco all’ingresso, che però è a pagamento.
L’ambiente è davvero un edel kitsch (nobile kitsch), ma carino e non pesante: è caldo, intimo, arredato con vetri di Murano, boiserie di legno, specchiere d’argento, sedie d’epoca con imbottitura colorata. Insomma, un posto fuori dal tempo. Val la pena di andarci almeno una volta nella vita se ovviamente amate la fonduta, perchè qui c’è esclusivamente quella: di carne, chinoise e bourguignonne, al formaggio Moitie-Moitie e Friburghese.
La cucina è aperta dalle 20 alle 24, e dopo diventa locale di tendenza offrendo fondues di cioccolato svizzero accompagnate da vari tipi di rhum.
Eravamo in quattro e avevamo prenotato con largo anticipo perchè il locale è piccolo e ci sono pochi tavoli.
Il cameriere ci spiega che le fondues sono per due perchè i pentolini sono abbastanza grandi, quindi dobbiamo accordarci a due a due su quale tipo scegliere. Decidiamo di assaggiarne due tipi diversi e quindi una Bourguignonne (di carne di manzo) che ci arriva con numerosi piattini da cui poter attingere vari tipi di salse. L’altra coppia sceglie una fondue al formaggio Moitiè-Moitiè e arriva con un sacco di piccoli pezzetti di pane fresco e tostato e diversi tipi di verdure e frutta (patate, carote, spicchi di mele e pere).
Il contrasto salato (del formaggio fuso) con la frutta dolce (mele e pere) è a dir poco fantastica!
Peccato non sia possibile ordinare la fondue chinoise di pesce perchè ci dicono è solo su prenotazione.
Ordiniamo anche una bottiglia di vino rosso, una bottiglia di acqua gassata e una naturale. Il cameriere prima di portarci i pentolini delle fondute ci porta, da indossare, dei bavagli bianchi, molto carini, con bordo e scritta argentata “La foundue”. I bavagli sono un souvenir carino che ci possiamo portare a casa.
Finiamo, con fatica, le nostre fondue (per la quantità, non perchè non fossero buone!!) e facciamo una sosta. Dopo poco ordiniamo un pentolino (in 4) di fondue al cioccolato svizzero e ci viene portata accompagnata con varia frutta e piccoli biscotti secchi. Tutto veramente buono!
Infine caffè e amaro.
Per ultimo il conto: le fondue costavano 25 euro a testa e 12 euro il pentolino di cioccolato.
Il totale è stato 45 euro a testa.
Francamente non so se ci tornerò mai più perchè ritengo questo tipo di ristorante è da una volta e via, ma devo dire che mi è piaciuto molto e ho apprezzato la qualità del cibo e i vari accostamenti che rendono diversa ogni fonduta.
Lo consiglio a chi vuol passare una serata diversa in compagnia.
Per me quattro ganasce.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Rispondi