Dal Conte “Al Picio Matto” – Giuncarico (Grosseto)

20/02/2011. Pranzo.

Ciao a tutti. Questa è la nostra prima recensione e quindi, se vi saranno errori, omissioni o altro, ogni critica e suggerimento saranno certamente bene accolti.

Speriamo di potervi far conoscere, poco a poco, tanti piccoli locali maremmani, difficili tra trovare su internet, piuttosto che altrove, perché già sono difficili da scovare lungo la strada: si tratta solo di lasciare quella maestra, comune, scontata, nota a tutti e memorizzata in tutti i navigatori, per lasciarsi portare nel dentro della campagna e delle colline maremmane. Certo, non mancheremo di raccontarvi anche le nostre altre esperienze culinarie.

Ecco la nostra prima avventura.

Anzitutto, non credete che sia così facile trovarlo; non che sia nascosto chissà dove, ma certo non è in bellavista, né il locale, né l’insegna (né ci sono indicazioni lungo la strada). Ma ne vale la pena. La trattoria si trova in località “Castellaccia”, la trovate sulla destra lungo la strada che da Giuncarico conduce a Ribolla (Gr) (se percorrete la SS1 Aurelia: uscita Giuncarico e poi direzione Ribolla per circa 2 km).

Locale a conduzione familiare, dispone di circa 28 coperti inerni; è dotato di veranda ma non è stato possibile valutarne la capienza. L’interno è accogliente, con tavoli abbastanza ben distanziati (per essere una piccola trattoria) e illuminati. Piacevole musica di sottofondo che non impedisce la conversazione e il relax.

La specialità della trattoria, come del resto ci suggerisce il nome, sono i “pici”, pasta lunga di origine aretina fatta di acqua e farina.

Il menù offre una serie di antipasti maremmani (formaggi, insaccati e verdure), i pici in sei condimenti (perdonateci, ma a memoria non li ricordiamo) e alcuni secondi piatti a base di carne (cinghiale, maiale e vitello), oltre ovviamente contorni (patate e verdure) e dolci (oggi, crema catalana, torta di mele e mousse di ricotta).

Abbiamo mangiato:

– un antipasto a base di zucchine in padella ripassate in aceto, buone, e melanzane spadellate in pan grattato, deliziose (morbide, senza quella punta di acidità che le caratterizza e ben amalgamate con il pangrattato);

– due primi: pici alla Conte (pecorino fuso, radicchio e speck) e pici Fungaioli (ragù di carne e salsiccia – in bianco – e funghi porcini): cottura perfetta e preparazione espressa – al pari degli altri piatti (abbiamo infatti atteso un po’ di tempo, ma ne é valsa la pena); porzioni abbondanti;

– un secondo: spadellata Maremmana, con maiale e cicoria: comune, ma buono;

– un dolce: torta di mele fatta in casa;

– due caffé e due bottiglie d’acqua.

Spesa totale: € 41,70.

In definitiva sono stati soldi spesi bene. L’unico neo sono i dolci, anche se certo non è a quelli che il locale deve il proprio nome: la crema catalana e la mousse di ricotta sono troppo comuni e non si attagliano bene a una trattoria maremmana piccola, familiare e tradizionale; forse, una scelta anche poco più ampia, ma con dolci più “casalinghi” e porzioni più abbondanti, potrebbe dare un tocco in più a un locale, cui comunque, se non si hanno pretese di alta cucina, ma solo di mangiar bene in un posto tranquillo e lontano dal caos, già non manca nulla.

Ci ritorneremo. Dato che è la prima recensione, ci attestiamo prodenzialmente su 3 ganasce.

Trattoria Dal Conte “al Picio Matto”, 58023 Gavorrano (GR) 1, v. Borgo della Pesca tel: 380 3444819

Visualizzazione ingrandita della mappa

2 pensieri su “Dal Conte “Al Picio Matto” – Giuncarico (Grosseto)

  1. Salve.
    Sto svolgendo un lavoro di ‘aggiornamento’ per conto di Liviano, detto il ‘Conte’ del ‘Picio Matto’.
    Ad ogni buon fine, soprattutto per l’aggiornamento/conferma dei dati riferiti al Ristorante in questione.
    Si comunica che ‘Il Picio Matto’ di Olivotto Liviano, si è trasferito e quindi si trova attualmente in:
    Via IV Novembre, 31
    58036 ROCCASTRADA (GR)
    0564/565412
    380/3444819

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

Rispondi