Dalla Sardegna con fervore

Tornato fresco dalla Sardegna meridionale (Cagliari/Pula/Teulada/Carloforte)

segnalo i seguenti locii

http://www.agrihotelmorada.com/?pgc=1  praticamente è il paradiso, ci si può dormire ma soprattutto mangiare ( per intendersi: porzioni lodevoli di bocconcini di maiale al mirto, il classico porceddu o maialino cucinato come non potete capire, vista su colline che al di là squadernano il mare, e la cordialità del padron di casa Enzo vi farà sentire a casa!)

http://www.caligolahostaria.it/homepage.htm   a sant’antioco, ci ho mangiato un pescespada panato coi fichi che mi ha fatto godere, la proprietaria ha inventiva, e si fa pagare, per palati fini. Non obiettate il conto sennò si siede e vi spiega che per cucinare creativo bisogna chiedere uno sforzo economico, magari ci son sempre quei dieci euro in più che non guasterebbe togliere….

http://www.cortenoa.com/it/259-DOVE_SIAMO.html a Pula, qui ho trovato la pizza della mia vita, non ho memoria di pizza più buona, bassa ma con corpo e elementi di prima scelta (speciale la pizza barbaricina)

A Galaia onestissimo ristorante a Carloforte (CI) – 09014
VIA DON NICOLO’SEGNI 36
Telefono : 0781 854081  servizio ottimo, puoi mangiar pesce a volontà senza sorprese. Carloforte è da vedere (in particolar la spiaggia la bobba) il flash è che han mantenuto lì il dialetto genovese e quindi c’è un isola sarda dove è tutto un belin, ma il superflash è trovarci la cecina/torta/farinata fatta nelle pizzerie a taglio. Ha un sapore diverso, meno salata e con olio differente, però gradevole)

al pub Barone rosso, sempre a Carloforte via XX settembre 26 potrete iniziare la serata con sfiziosi aperitivi o concluderla con birre, di vasta scelta. Accoglienza ottima, giovani ragazzi simpatici molto.

Alcune considerazioni sulla Sardegna meridionale.

E’ comunque Sardegna, quindi i prezzi pesano sui prodotti, ci calcano un pochino la mano. Però è godimento puro e spesso si mangia davvero bene. I Sardi del sud sono molto accoglienti, e non solo perché siamo portafogli in bermuda, consigliano, indirizzano, sono di supporto soprattutto per le indicazioni stradali!!

Troppa pubblicità all’Ichnusa, birra godibile però vorrei bere anche altro, ad esempio io vado pazzo per la Pietra, la birra còrsa alla castagna e là non si trova, mentre a Pisa la trovo alla Coop tranquillamente. Mah!

E infine se volete farvi venire la depressione, andate al Forte Village, stanze da 9000 Euro con piscina, dentro la stanza, e orchestrina personale; ma ahimé se lo posson permettere solo i russi (di cui il villaggio è pieno!!) perché ne sono anche i nuovi proprietari; insomma Sardegna Forte dei marmi una fuaccia una ruazza. Però dai al Forte Village di Pula potrete anche partire da prezzi modici tipo 700 Euro a cranio al giorno, e poi beneficiare del privilegio di fare colazione con Fiorello e la sera pianobar fino alle 5 di mattina, fra i russi, ovviamente. Ma dai c’è anche Gordon Ramsey col suo ristorante, sempre dentro sto Forte, che vi farà cucina da dio con conti da dio.

Cosa aspettate, barbun?

che tristezza.

Un pensiero su “Dalla Sardegna con fervore

  1. ma il mitico hotel ristorante “moderno” a sant’antioco non esiste più?
    mi ricordo delle gran cene a bottarga e tonno nel giardino…ma si parla di 10/15 anni fa…
    comunque, a parte i locali citati, confermo che la zona è molto bella e tranquilla: sant’antioco è uno dei pochi posti dove è ancora possibile stare soli in spiaggia a ferragosto!

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

Rispondi