La Cantina delle Pianacce – Ghivizzano – Coreglia Antelminelli (Lucca)

“La cantina delle pianacce”, osteria e ristorante (dopo spiego perché osteria e ristorante) si trova a Ghivizzano che per chi non conosce la zona è una località prima di Fornaci di Barga in Garfagnana.
Ci sono stato 2 volte la prima formula ristorante e la seconda formula all’osteria
Bel locale, bel menu, bel servizio, grande chef e… Prezzi onesti ! 🙂
Velocemente… al ristorante (prima visita) abbiamo preso tre portate (es. antipasto, secondo, dolce oppure primo, secondo e dolce etc. girali come vuoi) abbiamo preso il vino della casa che loro propongono la bottiglia di Col di Sasso-Banfi a €.11,00, qualche caffè per totale spesa di €.33, 00 a persona (eravamo in 6 persone)
Ho mangiato tagliatelle fatte con pasta di ceci e con sugo di anatra e germano (buone), come seconda portata costolette d’agnello fritte (ottime ed abbondanti, erano 4 costolette) accompagnato da tris di contorni: patate al forno, spinaci e il terzo non ricordo.
Dolce: crema al rum (buonissima).
Altri hanno preso per antipasto un tagliere di salumi della garfagnana (prosciutto bazzone e company tutti di ottima qualità), tagliere di formaggi (bello ricco e vario con accompagnamento di confetture e pera coscia sbucciata), come secondo filetti e tagliata (commentata buona) tutti accompagnati da tris di contorni.
Simpatica la formula osteria (seconda visita): scegli un piatto (un primo o un secondo) e lo chef a suo piacere aggiunge quello che manca… hai scelto un primo di pesce e lui aggiunge, per esempio, una frittura o una grigliata di pesce, hai scelto un secondo di carne e lui aggiunge per es. penne alla boscaiola (non so se mi sono spiegato ! 🙂 ).
Le due portate sono presentate in un unico “piattone”/vassoio rettangolare.
Nel menu osteria viene servita anche una piccola “entrata” per esempio insalata di farro e a fine pasto un piccolo dessert… tutto a sorpresa.
Coperto, un bicchiere di vino, acqua gassata e non (a volontà) compreso nel prezzo… da €.15,00 a 19,00.
Hanno la carta dei caffè e quella vini con ricarichi più che onesti.
Anche al ristorante non viene fatta pagare l’acqua, mentre il coperto €.2,00 a testa.
L’osteria ha una grande sala con camminetto e tavoli con tovaglietta all’americana mentre il ristorante è diviso in tre stanze con bella apparecchiatura (il doppio bicchiere non manca neanche all’osteria).
Due posti per mangiare all’esterno: uno davanti nel giardino (ben realizzato e ben tenuto) e lateralmente alla sala osteria il secondo con impiantito circondato da siepe alta e copertura di 2 mega ombrelloni.
Ambiente elegante ma non “pesante” o impegnativo così pure il servizio che è professionale ma non distaccato e non invasivo.
La mia recensione purtroppo non riporta il bel menu disponibile (non ricordo le sigole voci) che se potessi elencare farebbe capire ancor di più che questo è un locale da 4 ganasce meritate.

4 ganasce
È stata la prima volta una bella sorpresa poi confermata dalla seconda serata.
Se a qualcuno interessa hanno anche 4/5 camere (locanda).
CIRITORNO e molto volentieri: quello chef ci sa proprio fare (e non è uno sconosciuto… indagate… indagate ! 🙂

La cantina delle Pianacce, via Nazionale, 193
Ghivizzano Coreglia Antelminelli – 55025 Lucca
Tel. 0583/779162 – fax 0583/779162 –
– cell. 331 3920444 – 333 3363323


Visualizzazione ingrandita della mappa

3 pensieri su “La Cantina delle Pianacce – Ghivizzano – Coreglia Antelminelli (Lucca)

  1. Premetto che le mie due esperienze risalgono ad alcuni mesi fa. Lo faccio perché in diversi ristoranti riprovati nell’ultimo anno mi è capitato di riscontrare cambiamenti nella qualità, quantità e disponibilità dei piatti, ovviamente in senso negativo. Sono quasi sicura che, nei casi che ho in mente, rappresentino dei tentativi dei gestori di rispondere alla crisi e al conseguente calo della clientela, soprattutto a metà settimana e nelle zone non proprio centrali e turistiche.
    Detto questo la serata “ristorante” è stata molto positiva, roba buona e piatti elaborati. L’ambiente è elegante e anche l’apparecchiatura e la presentazione sono molto belle. Non entro nel merito dei piatti perché è passato un po’ di tempo comunque il ricordo generale è positivo.
    L’esperienza “trattoria” è stata anch’essa piacevole. La sala è un po’ meno elegante dell’altra ma non aspettatevi comunque le tovagliette di carta. La formula è già stata ben descritta quindi aggiungo solo alcune considerazioni: Il prezzo è davvero molto molto interessante, la qualità è comunque discreta, l’entrata e il piccolo dessert che ci sono capitati non sono passati inosservati perché eran proprio buoni! Non è il mio caso ma lo riporto per completezza: alcune delle persone che erano con me, pur essendo state bene, non sono impazzite all’idea di vedersi serviti nello stesso momento e nello stesso piatto il primo e il secondo (anche se poi le pietanze non si toccano perché è proprio un piattone).
    Ps: dimenticavo la terza visita ma forse la dimenticanza era voluta:) Mi hanno invitato per una cena a buffet e sono dovuta andare anche se la notte precedente ero stata poco bene. Ovviamente non ho potuto toccare niente di tutto quel bendidio… un sacco di roba ganzetta, tra l’altro presentata benissimo su un mega tavolone centrale, con i commenti positivi di chi ha potuto rimpinzarsi beatamente.. Sigh… non fatemici ripensare… 🙂

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

  2. Grazie al suggerimento del mitico Frank sono sbarcato alla Cantina e data la pioggia mai termine fu così appropriato.
    Conosco il locale da anni, ma non certo nella sua ultima veste e credo rinnovata gestione.
    Hanno rivisto molto la struttura creando vari ambienti, secondo il mio gusto personale quello piu’ riuscito e’ il settore osteria, caldo ed accogliente.
    La zona ristorante, che ho testato per avere piu’ scelta nel menu’, l’ho trovata un po’ freddina, anche negli arredi e la zona diciamo piu’ intima mal posizionata, essendo così vicina all’ingresso.
    Non sono ne architetto ne arredatore, ho avuto solo la sensazione che gli spazi fossero mal utilizzati.
    Poca importanza, sono andato per mangiare e li non ci sono state molte perplessita’ 🙂
    Hanno una carta piuttosto variegata, con difficile scelta tra tutte le buone proposte.
    Come tipologia di prezzo ricordo che gli antipasti stanno sugli 11 euro, i primi 12 ed i secondi da 12 a 18 con contorno gia’ compreso.
    Non ho visto la carta dei dessert, con il primo piatto abbondante (tagliatelle di castagne con salsiccia e ricotta di pecora) ho saltato il dolce, peccato.
    Come seconda portata capriolo con polenta formentone e funghi porcini.
    Per il vino devo dire che son rimasto un po’ sorpreso, chiedendo un vino rosso della casa, mi son visto servire un rosso di san Gimignano inaspettatamente del 2005.
    Sicuramente agee, almeno una minima ossigenatura prima di portarcelo al tavolo, il primo sorso ho pensato di mordere la botte 🙂
    Comunque, servizio con personale gentile ed attento.
    Passando al caffe’, insieme, e’ stata offerta della pasticceria e dimenticavo, inizialmente anche l’entree di benvenuto con uno sformatino di verdura su crema di formaggio, ottimo.
    Spesa intorno ai 33 euro.
    Rimane un po fuori zona per le mie possibilita’, ma sarei molto curioso di provare anche l’osteria.
    Saluti

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

  3. Peccato…cena di S.Valentino, menu’ fisso dall’antipasto al liquorino finale dopo il caffe’di mare (€.30,00) o di terra (€.28,00) unificato per trattoria e per osteria, locale pieno,difficolta’ per la cucina a mantenere i ritmi per servire la sala,qualche portata tiepida e attese lunghe,rispetto a sempre anche la qualita’ mi sembra in ribasso forse da riprovare quando non ci sono piu’ di 100 persone come il 14 febbraio,ma 20/30 come le altre volte.
    Lo riproveremo per verificare e rivalutare il voto che l’altra sera male arrivava a 3 ganasce.
    Resta perfetto il servizio (i camerieri e le cameriere correvano come matti…quando la cucina sfornava ! ) 🙁

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

Rispondi