Tutti gli articoli di Polpette

Officina della Pizza (Pisa)

Sabato sera, cena a quattro con amici, la nostra pizzeria preferita piena (c’era la possibilità di andare al primo turno, ma io e signora odiamo mangiare con l’imbuto). I nostri amici ci suggeriscono di provare la pizzeria da cui si servono spesso da asporto.

Quando arriviamo il locale, ricavato in una veranda è molto pieno e un po’ rumoroso. Ci sistemiamo un po’ stretti e dopo poco il cameriere ci viene a prendere le ordinazioni per le bibite scegliamo birre alla spina della “Gilda dei Nani Birrai” e acqua (erano presenti anche altre birre artigianali in bottiglia).

Leggiamo il menu delle pizze, saltiamo le classiche e ci lasciamo attirare da quelle dell’Officina ( tutte con nomi “meccanici”, in linea con il nome del locale) scegliamo tre “Tassello” e un “cambio dell’Olio”. Ci viene chiesto che tipo di impasto preferiamo tra canapa, classico e ai cereali, io e signora optiamo per quest’ultimo.

Le pizze sono buone, sufficientemente condite e ben lievitate, l’unico appunto è relativo al pomodoro, forse un po’ sciapo.

Concludiamo con dei dessert, delle cheescake, buone ma niente di sensazionale.

In conclusione: 4 pizze, 4 birre, 1 acqua naturale, 3 dessert: 75€. Forse un po’ troppo…

Ci ritorno? Non so, probabilmente aspetterò che si trasferiscano nei nuovi locali alla Fontina.

2 ganasceDue Ganasce.

Via Pungilupo 21 Pisa

Da Aristo – Barga (Lucca)

Quest’anno abbiamo deciso di passare il fine anno in Garfagnana, non lontano da casa ma quanto basta per staccare la spina.

Dopo aver finito di fare le ultime spese per il cenone, siamo andati a fare due passi all’interno del borgo medievale di Barga, fino a che, accompagnati dal crescente languorino, ci siamo imbattuti da Aristo già meta in passato al termine di escursioni in montagna.
Entrati nel piccolissimo locale riusciamo a trovare posto ad un tavolino dove ci sistemiamo in 4.L’ambiente è veramente piccolo, forse 15-16 coperti al massimo, uno di quei localizzi pieni di cose alle pareti, foto, ricordi e strumenti musicali ma gestiti con passione.

Il proprietario e la moglie ci accolgono sorridendo e dopo aver apparecchiato in maniera spartana (tovaglia di carta e piattini di plastica) ci servono subito delle alici in olio d’oliva e limone deliziose, accompagnate dal tipico tane di patate garfagnino.
Le nostre prime scelte sono state una zuppa di lenticchie fagioli e patate con crostoni di pane di patate tostato, tutto condito da olio nuovo e con una porzione di polenta con formaggio di mucca fuso. Tutto molto buono.
Come secondo ci lasciamo tentare da un vassoio di torte salate viste su un tavolo vicino, quattro assaggi di quattro diverse torte: di riso, di farro, patate e melanzane.
Abbiamo concluso con un vinsanto accompagnato da un altro giro di assaggi di crostate di more, Nutella e nocciole intere , ricotta e un trancio di panforte tutto fatto in casa.

Acqua e vino della casa, 50€ in tutto diviso per 4 persone.

3 ganasce e mezzoDiciamo una piacevole conferma a distanza di anni: tre ganasce e mezzo.
Piazza Salvi, 6, 55051 Barga LU

Gli Attortellati (Grosseto)

Era un po’ che mi ripromettevo di scrivere la recensione di questo locale che è rimasta una bozza da molto tempo un po’ per pigrizia un po’ per mancanza di tempo.

Sono tornato per la seconda volta in questo locale a metà del febbraio scorso, dopo esserci stato una prima volta con signora e suoceri a pranzo lo scorso maggio.

Il ristorante si trova poco fuori Grosseto, forse 5-10 minuti ma si trova molto facilmente.
Ci ha fatto subito un buona impressione: la struttura si trova in una specie di boschetto, un edificio vicino alla casa del proprietario e con sul retro stalle e campi dell’azienda agrituristica di famiglia. E’ aperto sia a pranzo che a cena praticamente tutti i giorni della settimana.

Il locale è abbastanza grande con molti coperti in un ambiente simil-rustico.
Noi abbiamo avuto la fortuna di avere un tavolo vicino alla cucina con vista sulla meravigliosa preparazione dei tortelli!

Il locale ha un menù fisso che viene deciso dalla prima persona che prenota un determinato giorno. Sul sito ci sono un’ampia scelta di antipasti primi e secondi e dolci da scegliere per comporre il menù.Inoltre sono presenti due tipologie di menù fisso: la stortellata, composta da antipasti (5) dolce e tortelli a volontà al prezzo di 22€ più bevande, e il menù classico composto da 4 antipasti, due primi, un secondo e il dolce a 30€ più bevande.

Essendo un’occasione speciale (compleanno della Signora) abbiamo optato per il menù completo classico che in quel giorno comprendeva:

  • Antipasti:piattone di salumi con pecorino, marmellata di fichi e crostino toscano, salsiccette al limone, cotiche trippate alla maremmana, verdure appetitose;
  • Primi: corregioli al cacio e pepe e tortelli maremmani (ripieni di bietola e ricotta di pecora) al sugo di cinta
  • Secondo: padellaccia di maiale con  patate alla contadina (al forno con le cipolle)
  • Dolce: torta della nonna con crema pasticcera e pinoli

Tutto accompagnato da vino della casa rosso e pane caldo fatto nel forno legna.

Tutto è stato molto buono e abbiamo approfittato anche di un bis di tortelli veramente ottimi (i bis erano disponibili anche per i correggioli e per il secondo ma eravamo satolli)!

Il personale è stato gentilissimo e cortese e ha ben accolto anche il nostro cane portando un ciotola di acqua fresca.

4 ganasceConcludendo direi 4 ganasce ben meritate!

PS:
Presso il ristorante è possibile anche acquistare marmellate fatte in casa e, con debito anticipo, anche crostate di crema o marmellate. Noi abbiamo preso una crostata alla crema veramente deliziosa.

Gli Attortellati
Strada Provinciale 40 Trappola 39, 58100 – Grosseto (GR)
Tel. 0564400059

http://www.gliattortellati.com

 

Ristorante Pizzeria da Enrico al Ponte – Buti (Pisa)

Sono andato per la prima volta da “Enrico al Ponte” ieri sera per una cena con amici.

Il locale non è grandissimo, forse 10-11 tavoli non troppo distanti gli uni dagli altri, ma mi ha fatto subito una buona impressione: locale curato, luminoso, appena si entra abbiamo la vista della griglia per la carne e del forno a legna per la pizza.
Siamo subito stati accolti bene dal cameriere che ci ha fatto accomodare e chiesto informazioni per l’acqua che è arrivata subito assieme a della focaccia calda.
Poco dopo arriva Enrico che ci ha chiesto del vino per il quale abbiamo scelto quello della casa.

Alcuni dei presenti hanno preso l’antipasto (3) composto da crostini, salumi toscani , verdure grigliate e formaggi.
I primi (4) sono tutti a base di pasta fresca fatta in casa. abbiamo preso delle pappardelle al cinghiale (buona porzione molto saporita con molto sugo), i tortellacci ripieni di cime di rapa e salsiccia e dei pici al sugo (6 tortelli di numero…forse u po’ pochini). Tutti piatti comunque di qualità.

Arriviamo quindi al piatto forte: la carne. Abbiamo ordinato 3 fiorentine alla Robespierre (condite con olio di Buti e pepe in grani) e due tagliate, tutto cotto al sangue e saporite e in quantità giusta.
Contorno di patate fatte nel forno a legna.
Ormai satolli abbiamo scelto tra i dolci di produzione propria, il tiramisù e un torta della nonna fatta con farina di castagne.
Caffè e amari per finire.

Il tutto per 35€ cad. Forse un pochino troppi considerate le quantità e i numeri dei piatti.

3 ganasce3 Ganasce comunque meritate.

Piazza Tronchetti, 5/656032 Buti