Archivi categoria: Trattorie

Ö Bansin – Trattoria a Rapallo.

Mi sono concesso un fine settimana a Rapallo, dove non ero mai stato prima d’ora (la Liguria la frequento poco).  Bella cittadina, con un’aria da stazione balneare Belle Époque, di quelle dove andavano a svernare le dame austroungariche, per intenderci.

E’ stata naturalmente l’occasione per provare la cucina ligure. Sono andato quindi a pranzo in questa che è un po’ la trattoria “storica” di Rapallo.

Ö Bansin, credo che voglia dire “La Bilancia”.

Tanto per aprire una digressione linguistica,  non capivo assolutamente niente di quel che dicesse la gente per strada, ad eccezione di una coppia di turisti francesi…

Comunque:

Per antipasto, panissa, cioè una polentina di farina di ceci (ceixai), tagliata a pezzi e fritta.

Per primo, pansoti al sugo di noci.

Per secondo, cima (a’ cimma) alla genovese.

Per dessert: crostata di prugne.

Il tutto accompagnato da acqua gassata in loco e da un quartino di un dimenticabile vino bianco della casa.

Per tutto ciò, una trentina di euro.

Direi tre dignitose ganasce.

Via Venezia 105, 16035, Rapallo.

Caffè Dogali – Firenze.

E’ un bar – uso cucina (un tempo sicuramente mescita), che si è evoluto trasformandosi in una vera e propria trattoria.

Si trova sul Viale Malta, cioè nella piazza dello stadio, dalla parte opposta allo stadio, in una zona dove non ci sono molte alternative per mangiare.

Il locale è piacevole: si entra in un bar un po’ vecchiotto, che ha un ampio bancone con salumi e formaggi di ogni tipo. In questa saletta ci sono dei tavoli per un panino, o uno spuntino al volo. Dietro, in fondo ad un corridoio, il lato trattoria vero e proprio: due salette arredate bene, con panche, sedie, tavoli.

Ci sono stato due volte, la prima con un amico, la seconda da solo.

La prima volta abbiamo preso entrambi un classico fiorentino: coccoli con prosciutto e stracchino, buoni, fritti bene, belli caldi, e prosciutto di prima qualità.

Poi un risotto gorgonzola e radicchio rosso, ottimo, che ci siamo divisi.

Io una fetta di castagnaccio, buonissimo, e il mio commensale un caffè. Per tutto ciò, € 24 a chiorba.

Il secondo giorno penne con salsiccia e tartufo, che a dire il vero latitava un po’. A seguire, lampredotto con salsa verde e salsa piccante, nella migliore tradizione fiorentina. Un dessert semifreddo non fatto da loro. Questa volta la spesa è stata di € 30.

Entrambe le volte un eccellente vino rosso sfuso, sicuramente un sangiovese, Chianti, o Carmignano, o Rufina o qualcosa del genere (perché molti locali hanno un vino della casa veramente atroce?).

Un posto tranquillo, solido, dove si fa cucina di tradizione ad un livello più che dignitoso.

E’ aperto tutti i giorni tranne la Domenica, ma se è giorno di partita di calcio, allora anche la Domenica.

3 ganasceTre solide ganasce, e ciritorno certamente, all’occasione.

Caffè Dogali Viale Malta 5/R Firenze 055679556

Trattoria Da Ruggero – Giglio Porto (Grosseto)

Questa trattoria sul porto dispone di una struttura coperta e di alcuni tavoli esterni. Leggere il menù vi catapulta istantaneamente negli anni '80, con una serie di pietanze "storiche". Non aspettatevi quindi particolari slanci creativi, ma piatti solidi e collaudati.

In quattro abbiamo preso tre antipasti: crostini ai frutti di mare, un antipasto di gamberi e conchiglie e la tonnina con pomodoro e cipolle. Quest'ultima è una specialità di queste zone, tonno conservato sotto sale, in seguito dissalato è messo sott'olio. Molto saporito.

Abbiamo proseguito con due primi e due secondi. Spaghetti alle vongole (regolari) e tortelli con sugo di nero di seppia, buoni ma un po' sovrastati dal ripieno. Quindi due filetti di san pietro con patate e pomodorini, mi si dice molto buoni.

Conclusione con un sorbetto al limone e due creme con cioccolato. Buoni.

Da bere acqua naturale è un vermentino piacevole (La Pettegole di Banfi).

Il tutto per 120 europei conto un po’ salato. Come dicevo piatti semplici e tradizionali, ben fatti. In questo il locale è una vera trattoria.

3 ganasceTre ganasce. Ciritorno? penso di no. Amo un altro tipo di cucina.

Trattoria Da Ruggero, via Umberto I 45, Giglio Porto

Trattoria I Quattro venti, Molina di Quosa (Pisa)

Sia o stati ai QV con altri amici a pranzo. Il posto è carino, alla fine della panoramica di Molina di Quosa. Si sale parecchio e la strada è divertente, in mezzo ai boschi.

Il ristorante ha una bella pergola di glicine fori che d’estate deve essere una meraviglia.

Dentro, un posto familiare e un po’ demodé.

Menu corto e cucina familiare. Abbiamo saltato gli abbondantissimi antipasti di salumi, formaggi, cipolline e olive ma abbiamo comunque preso una vassoietto di pasta fritta, croccantem asciutta e buona.

Poi: 2 porzioni di tortelli al sugo, 2 di tagliatelle al porcini, 1 maccheroni (tipo maltagliati) al sugo. 5 porzioni abbondanti sufficienti per 6 che eravamo.

Secondi: 1 anatra alla cacciatora per me (ottima), 1 cinghiale e 1 grigliata (a mezzo) per le mogli. Patate fritte. Tutti soddisfatti.

Dolci: una bella torta co’ bischeri ben fatta per me, torta crema e frutti di bosco per la SGM, un tartufo bianco.

Da bere, due acque, vino rosso della casa dimenticabile, tre coche, due caffè e un limoncello.

Servizio veloce nonostante il pieno festivo. Bagno nuovo, gradevole e pulito.

Il tutto per 112 euro (18 e due figure ognuno). Ciritorno? Probabilmente sì, specie pensando all’estate. Il menu non varia ma è fatto bene. Il prezzo adeguato e forse anche competitivo.

3 ganasceIntorno si possono fare belle passeggiate aperitive (come noi oggi) o, meglio, digestive. Tre ganasce ben meritate.

I Quattro Venti: Via Panoramica 109, 56017, San Giuliano Terme, Italia – +39 050 850109

Gli Attortellati (Grosseto)

Era un po’ che mi ripromettevo di scrivere la recensione di questo locale che è rimasta una bozza da molto tempo un po’ per pigrizia un po’ per mancanza di tempo.

Sono tornato per la seconda volta in questo locale a metà del febbraio scorso, dopo esserci stato una prima volta con signora e suoceri a pranzo lo scorso maggio.

Il ristorante si trova poco fuori Grosseto, forse 5-10 minuti ma si trova molto facilmente.
Ci ha fatto subito un buona impressione: la struttura si trova in una specie di boschetto, un edificio vicino alla casa del proprietario e con sul retro stalle e campi dell’azienda agrituristica di famiglia. E’ aperto sia a pranzo che a cena praticamente tutti i giorni della settimana.

Il locale è abbastanza grande con molti coperti in un ambiente simil-rustico.
Noi abbiamo avuto la fortuna di avere un tavolo vicino alla cucina con vista sulla meravigliosa preparazione dei tortelli!

Il locale ha un menù fisso che viene deciso dalla prima persona che prenota un determinato giorno. Sul sito ci sono un’ampia scelta di antipasti primi e secondi e dolci da scegliere per comporre il menù.Inoltre sono presenti due tipologie di menù fisso: la stortellata, composta da antipasti (5) dolce e tortelli a volontà al prezzo di 22€ più bevande, e il menù classico composto da 4 antipasti, due primi, un secondo e il dolce a 30€ più bevande.

Essendo un’occasione speciale (compleanno della Signora) abbiamo optato per il menù completo classico che in quel giorno comprendeva:

  • Antipasti:piattone di salumi con pecorino, marmellata di fichi e crostino toscano, salsiccette al limone, cotiche trippate alla maremmana, verdure appetitose;
  • Primi: corregioli al cacio e pepe e tortelli maremmani (ripieni di bietola e ricotta di pecora) al sugo di cinta
  • Secondo: padellaccia di maiale con  patate alla contadina (al forno con le cipolle)
  • Dolce: torta della nonna con crema pasticcera e pinoli

Tutto accompagnato da vino della casa rosso e pane caldo fatto nel forno legna.

Tutto è stato molto buono e abbiamo approfittato anche di un bis di tortelli veramente ottimi (i bis erano disponibili anche per i correggioli e per il secondo ma eravamo satolli)!

Il personale è stato gentilissimo e cortese e ha ben accolto anche il nostro cane portando un ciotola di acqua fresca.

4 ganasceConcludendo direi 4 ganasce ben meritate!

PS:
Presso il ristorante è possibile anche acquistare marmellate fatte in casa e, con debito anticipo, anche crostate di crema o marmellate. Noi abbiamo preso una crostata alla crema veramente deliziosa.

Gli Attortellati
Strada Provinciale 40 Trappola 39, 58100 – Grosseto (GR)
Tel. 0564400059

http://www.gliattortellati.com