Ristorante “La Buonora” Stabbiano (LU)

Sono stata a cena al ristorante “LA BUONORA” a Stabbiano.

Stabbiano è un paesino molto carino, sulle colline lucchesi, vicino a Chiatri. Se decidete di andarci, prima di recarvi a cena vi consiglio una bella passeggiata per godere un po’ del verdissimo paesaggio.

Dunque: il locale non è niente di speciale: fuori i tavoli sono sotto una tettoia, il perimetro della “sala esterna” è delimitato da una palizzata di canne di bambù (non è panoramico: peccato!); l’interno è normale, come se ne vedono mille (a volte ci vorrebbe così poco per rendere carino o accogliente un locale…ma evidentemente a molti gestori la cosa non interessa…preferiscono le sale anonime e prive di gusto..); comunque:

nonostante fosse lunedì c’erano diversi tavoli…così nell’attesa il cameriere (molto gentile devo dire!) ci ha portato due bicchieri di prosecco: apprezziamo lo sforzo…ma, ORRORE!!!! Sapeva di tappo in maniera disgustosa! Imbevibile.

Cestino del pane: nella norma il pane toscano e buonina, non unta, la focaccia (quella morbida con il sale grosso sopra).

Momento comico: il cameriere porta il vino della casa (stasera un quartino solamente: primo perché non sapevamo come fosse  (poi si rivelerà scarso)– secondo perché, con tutte queste cene fuori, sto facendo la fine di Sue Hellen) e la bottiglia di acqua: versa entrambi i liquidi nei bicchieri e poi attende l’ok!….MA VI PARE???!!!!

abbiamo preso due antipasti misti così composti: sformatino di carote – pomodori gratinati – carpaccio di crudo Toscano su letto di lattuga con uvette e pecorino – due fette di pane toscano (non abbrustolito): una con olio e zucchine, l’altra con ragù di carne – una sfogliatina ripiena di porcini.

L’antipasto mi ha fatto pensare quanto segue: il cuoco ha ambizioni da vero Chef, vorrebbe fare un qualcosa di particolare, quasi di ricercato, ma i risultati sono davvero tristi: non mi è piaciuto assolutamente niente! Si salva (volendo esser buoni) la sfogliatina.

Passiamo al secondo: grigliata mista per due (ma si rivelerà essere almeno per 4!!): tagliata di manzo (6 pezzi: molto buono e tenero – cottura al sangue perfetta!), 4 pezzi di rosticciana (buona anch’essa!), 2 pezzi di pollo (asciutto), 2 di coniglio (idem come il pollo), 2 salsicce (idem come il pollo ed il coniglio);

Proprio mentre ci stavano servendo la grigliata mista, al tavolo accanto al nostro hanno portato una bistecca di manzo sul tagliere che era da fotografia (ve lo dice una fiorentina – anche se ormai residente a Viareggio)! INVIDIA!!!! Il cameriere l’ha tagliata direttamente al tavolo: si vedeva che era tenera… e cotta in maniera perfetta! (infatti i due ragazzi che se la son pappata -buon per loro- hanno commentato in maniera positivissima!);

Contorni:  verdure alla griglia (nella norma)  e patate al forno (buone);

Caffè per due.

Il conto: 2 coperti: 2 Euro – 2 antipasti: 14,00 Euro , 2 grigliate(veramente troppo abbondanti!): 18 Euro – 2 contorni: 4 Euro, 2 caffè: 2Euro, acqua: 1 Euro – 1 quartino di vino: 2Euro. Totale: Euro 43,00. Ho dato 50 Euro e mi son stati portati 10 Euro di resto. Quindi sconto di 3 Euro che porta il conto a Euro 20,00/persona.

Conclusioni: 1 ganascia per tutto meno che per il manzo che se ne prende 3/3 e mezzo. Ci ritornerò per mangiare solo ed esclusivamente la bistecca.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Ristorante da Roberto, Venezia S. Marco.

Mangiare a Venezia è sempre un problema, se ci si trova nella zona nera turistica. In realtà, allontanandosi dai luoghi più famosi,

Osteria “Da Mirco” Marghera (VE).

Trasferta turistica in quel di Venezia. Il ristorante si trova in una traversa di Corso del Popolo, la strada che taglia in

Gatto Rosso – Forte Marghera (Ve)

Trasferta veneziana, e naturalmente occasione per provare la cucina di quelle parti. Siamo nel regno dello spritz, e non esiste locale che

8 risposte

  1. ciao, voglio solo sapere se la ganascia unica e solitaria ha trovato natura nell ambiente e nel servizio ? cioe’, se vado e mangio la fiorentina e bevo del vino di marca, magari il giudizio sale di parecchio,intendo x la qualita’ e il prezzo, o mi sbaglio?i primi li fanno?sai se sono commestibili?
    un giudizio cosi lapidario forse non e’ del tutto appropriato, leggendo il tuo post! solo x far du chiacchere informo che prima c’era il ristorante da Mariano, cucina casalinga nella norma e spesa ridicola,ma vino imbevibile!saluti

  2. Ciao Sommellie!
    Io ho scritto la mia recensione per quella che è stata la mia cena.
    Probabilmente se mangi una bella bistecca e bevi del buon vino il giudizio sale. I primi non li ho provati: ci sono e, per quanto ho potuto vedere, non sembrano male… però io credo di dover dare il giudizio per la MIA esperienza… è inutile star a dire “se fosse stato, se avessi preso…” (della serie: se mia nonna aveva le ruote era un carretto!) non è stato così!!
    aperitivo, vino, antipasto e grigliata (manzo e rosticciana a parte) non erano da più di una ganascia… magari ci torno la prox volta, mangio una buona bistecca, bevo del buon vino e scrivo una recensione diversa, non so…
    Per il resto: il servizio è gentile e l’ambiente anonimo.
    Per finire: il ristorante Mariano c’è sempre: è a Chiatri, non a Stabbiano! Spendi 16 Euro mangiando dall’antipasto al dolce – vino della casa (orrendo) compreso.

  3. deduco quindi che stabbiano non ha ancora avuto il ristorante che si merita, soprattutto del vino decente! ciao ps x parcondicio se il mi nonno aveva 5 palle era un flipper! saluti e baci

  4. salve, io sono direttamente interessata a questo commento… ne prendiamo atto e cercheremo di migliorare, ma quello che non ho capito di questo sito… fanno recenzione dei critici culinari?
    e da mariano, è risaputo dalle nostre parti che si spendi poco ma mangi da schifo, l’ultima volta che sono stata c’erano addirittura i bicchieri della nutella! comunque il ristorante la buonora è rientrato tra i migliori della provincia…

  5. Le recensioni le fanno tutti. Per lo più clienti che vogliono dare un senso alle loro spese. Ma c’è anche qualche critico vero.

  6. problema vino: prendete delle bottiglie del posto..il vino della casa è per chi vuole spendere il meno possibile. C’è inoltre una buona scelta di vino tipici della zona e anche delle migliori vinicole italiane e alla fine si parla di un media di 10 euro a bottiglia.
    lo sformatino è di zucchini e carote con sopra una fonduta di formaggio e vi assicuro essere delizioso.
    il punto di forza del ristorante sono senza dubbio primi piatti; sia quelli tipici (come i tortelli) sia quelli più ricercati (come risotto al caprino e zucchine in cupola di spek) e i secondi come avete già sottolineato.

    Le critiche su prosecco sono giustissime…bello il gesto ma prosecco scadente.

    Alla fine l’ambiente è un po scarno ma conoscendo i gestori vorrei sottolineare che il ristorante è aperto da poco e l’ambiente è in fase di migliorazione continua.
    Inoltre è senza dubbio uno dei pochi ristoranti (e non pizzerie) dove si trova una clientela giovane cosa sulla quale i proprietari puntano molto.

    ((non sono ne un proprietario ne un parente di essi =) ))

  7. 2 parole su mariano…se devo bere vino dei fondi di botte e mangiare la roba cucinata il pomeriggio e scaldata la sera (quando sei fortunato e non avanza il giorno prima)…meglio il mc.donald

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accetto la Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.