Osteria la Faggiola – Pisa

L’Osteria della Faggiola situata nella via omonima, quella dietro Piazza dei Cavalieri per intenderci, si presenta piuttosto bene.

Il locale ha un’unica sala, piccola e intimissima, e devo dire decisamente carina.

L’idea è quella di una piccola grotta (ma niente di claustrofobico il locale è molto alto) ed è ben arredata nei dettagli, come le luci in fili di rame, particolari e originali  o il lampadario centrale che è difficilmente descrivibile.

I tavoli sono pochi e destinati soprattutto alle coppie, l’apparecchiatura è con la classica tovaglietta in carta paglia. Il primo neo sono i tavoli piccolissimi, della dimensione dei tavoli da bar e molto ravvicinati tra di loro, però l’atmosfera è familiare e tranquilla e su questo si sorvola agilmente.

Veniamo al dunque. Allora appena entriamo, mio marito ed io, veniamo subito gentilmente accolti da quello che credo sia il titolare che mi aiuta a togliermi il cappotto e va ad appenderlo. Non nego che questo gesto di altri tempi mi abbia reso immediatamente il luogo molto più simpatico ed accogliente.

Il menù è scritto su una grande lavagna e a quanto ho compreso varia ogni giorno. Era però decisamente povero di scelte.

L’antipasto era solamente uno, composto da affettati misti e due pezzi di pecorino sardo accompagnati da un marmellata di pere mele e peperoncino meravigliosa.

L’antipasto comprendeva circa 3 fette di salumi per tipo comprensivo di finocchiona, vari tipi di salami, prosciutto, culatello, coppa, pancetta, lardo e forse anche altro ancora. Ne abbiamo preso solo uno sufficiente per due persone 10.50€

I primi erano solo 4: zuppa di cavolo, maltagliati al pesto aggiunto (mi hanno spiegato che c’è l’aggiunta dei fagiolini) spaghetti alle sarde e lasagne. I prezzi non superavano gli 8 €

I secondi: moussakà, fagioli borlotti e gamberi, zuppa di moscardini e coda alla vaccinara.

Anche in questo caso i prezzi non superavano i 9 €.

Noi abbiamo scelto la moussakà e fagioli e gamberi.

La prima era servita insieme ad un’insalatina e consiste in melanzane grigliate alternate a besciamella e ragù, ed è un tipico piatto greco. Buone

I fagioli invece mi hanno decisamente lasciata sbalordita e non in bene.

I fagioli erano freschi e conditi con olio di quello veramente buono ma i gamberetti erano quelli minuscoli congelati, insomma, a casa mia con i fagioli del mio nonno, riesco a fare più figura.

Anche la scelta dei dolci era limitata ma qui abbiamo assaggiato un creme caramel al cocco che mi è piaciuta proprio tanto: in pratica era una sorta di latte alla portoghese con in fondo una parte di cocco. Originale e azzeccato.

Io ho preso la classica creme brulée buona ma senza lode ed ho visto passare anche una torta di crema e riso che ho giudicato di difficile digestione.

Prezzo per i dolci 4€ l’uno.

Noi abbiamo preso il vino rosso della casa, bevibile, ma ho visto passare diverse buone bottiglie (quantomeno di rosso) ne deduco una cantina buona anche se non fornitissima.

Che dire? L’ambiente è carino e l’atmosfera mi è piaciuta parecchio ma il resto mi ha lasciata perplessa. Vero è che siamo usciti sazi con 38 € e spiccioli. Per me 3 ganasce sulla fiducia, ma chiedo a voi di dare conferma con una seconda prova.

Visualizzazione ingrandita della mappa

9 pensieri su “Osteria la Faggiola – Pisa

  1. Sono proprio contenta che qualcuno abbia scritto una recensione sulla faggiola, perchè io ci sono stata parecchie volte , ma non ricordandomi assolutamente (la mia mermoria ha dei problemi) i nomi e i dettagli dei piatti presi avrei dovuto aspettare di ritornarci per fare una recensione io.
    Il proprietario/gestore è piuttosto noto a Pisa, prima aveva un’ osteria in piazza delle vettovaglie prima che la piazza decadesse del tutto.
    La strategia del locale è piuttosto evidente: per mantere i prezzi contenuti penalizzano la scelta. Hanno sempre pochissimi piatti: di solito 1 antipasto, 3 o al massimo 4 primi ; una sera addirittura mi capitò che i secondi fossero solo due. E sempre per il contenimento del prezzo c’ è il problema che tengono nè bancomat nè carta di credito.
    In compenso sono veloci, nel giro di un’ ora e mezzo sei pronto.
    Io ho sempre trovato tutto ottimo , anche se ovviamente non si tratta mai di piatti particolarmente elaborati. Ci abbiamo portato anche amici e parenti e devo dire che tutti sono stati soddisfatti, sopratutto perchè come dici tu uscire da un ristorante contenti pagando circa 17 / 18 euro a testa , che è più o meno quello che spendiamo di solito è molto raro. Aggiungo , cosa importante per chi ha bambini, che fanno tranquillamente la mezza portata .
    Sono d’ accordo col tuo voto nel complesso, perchè la scelta è limitata ; aggiuno che secono me il loro forte sono i primi e i dolci, che secondo me sono sempre splendidi.

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

  2. Si il locale merita le 3 ganasce e forse anche qualcosina di piu’: cibo buono che riscopre una tradizione non scontata e vino piacevole. Ogni tanto però la qualità dei piatti è altalenante e si rischia di ritrovarsi una portata non particolarmente buona. Altra pecca è la poca varietà dell’offerta, mai piu’ di 3-4 opzioni per ogni portata: i prezzi comunque sono contenuti ed il rapporto qualità/prezzo davvero notevole.
    Segnalo inoltre che il gestore organizza di quando in quando delle serate speciali con menù a tema (serata bolliti, serata tartufo ecc…): si tratta di occasioni da non perdere per la qualità, la quantità ed il prezzo.

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

  3. Confermo tutti gli aspetti positivi e non riesco a trovarne di negativi; sarà perché ero in vacanza con la mia famiglia, sarà che mangiando bene ed in quantità giusta per 18,-€ a testa, certi difetti non riesco proprio a vederli. Io poi preferisco avere poca scelta (3 o 4 tra primi e secondi ), ma fatti espressi e con ingredienti freschi che una scelta enorme, ma di qualità più bassa. Il locale è veramente carino ed all’epoca ospitava anche una galleria di fotografie sull’India che meritava la visita solo per quello…

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

  4. le nostre ultime visite ci hanno un po’ deluso
    in questo locale di norma tra tra l’ordinazione e il servizio dei primi piatti
    passano sempre pochissimi minuti tali da supporre una precottura della pasta
    di norma era quasi sempre andata bene
    purtroppo nelle due ultime nostre visite la cottura della pasta era decisamente andata oltre e in particolare un piatto con le arselle era quasi diventato immangiabile.
    Non c’era nemmeno un caos tale da giustificare l’errore , le persone presenti al momento erano veramente pochissime

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

    1. eh no ! la cottura eccessiva mi fa’ andare fuori dai gangheri , preferisco mangiare la pasta direttamente dal sachetto a mo’ di snack 🙂 m’e’ successo di provarla non troppo tempo fa, in un altro locale centralissimo e non e’ piacevole per niente, mi rovina la serata 🙁

      Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

  5. io sono un’habituée dell’osteria della Faggiola e devo dire che mi trovo bene…tutti i pranzi dell’università li facciamo lì, anche per le “grandi occasioni”, e il proprietario sarà burbero ma è sempre attentissimo a ogni particolare e ci tratta sempre bene!!! A me piacciono particolarmente i loro primi (ricordo ancora dei fusilli belli grossotti al pesto fatto da loro e fagiolini buonissimi!), insomma io ci torno sempre volentieri!

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

  6. A me non interessa se il proprietario è burbero, mi deve far mangiare bene, non siamo amici, non si gioca a carte insieme, e non è tenuto ad essere ‘simpatico per forza’, intendiamo se è cordiale è meglio (per lui anche), ma a Pisa gente cordiale ce n’è sempre meno.
    E poi diciamolo non siamo rinomati per la nostra cordialità.
    Giro l’Italia e vi posso assicurare che a Pisa lasciamo molto a desiderare.
    Ma una certa professionalità ancora ci contraddistingue.
    Poca, ma certa.

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

  7. Son tornata proprio ieri “dal Trattore” della faggiola, come lo chiamiamo noi…a pranzo, pranzo di lavoro e quindi rognosetto, ma devo dire che il cibo e il vinello l’hanno reso piacevole dai!
    vi voglio segnalare uno sformatino di carciofi che mi ha restituito il sorriso dopo varie beghe mattiniere, e una pasta pancetta e funghi ottima e rassicurante! La mia amica ha preso invece delle polpettine di bufalo (sic!) al sugo, con contorno di cus cus che non erano niente male!

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

Rispondi