Di qua d’Arno, Pisa

Sono stata a pranzo in questo nuovo ristorantino in stile “brasserie” nel cuore di Pisa, all’angolo fra Via Curtatone e Montanara e il Lungarno, dove c’era il Salone Napoli per capirsi.

Dico subito che il posto è molto carino. ristrutturato con gusto davvero, in stile forse un po’ newyorkese (muri a vista lasciati grezzi, decorati da foto in bianco e nero nei passepartout), divanetti in pelle senape, tavolini in legno. illuminazione moderna. fanno mostre fotografiche ogni tanto. A me piace per l’atmosfera “calda”, rilassata che c’è all’interno: molti quotidiani a disposizione dei clienti, personale tranquillo. insomma una cornice molto carina, che in centro a Pisa fa sempre piacere.

Passiamo ai piatti. era l’ora di pranzo, molta gente già alle 12.45, molti tavolini riservati. Punto negativo (per me): non c’è un menu, i piatti vengono detti a voce da una ragazza (che, lei, non è il massimissimo della cortesia, ma ci accontentiamo). quel giorno c’erano moltissime zuppe come primi. Io ho preso un tortello vegetariano (sughino di zucchine, carote, un po’ piccantino, buono diciamo. per me giusto, di quantità, ma riconosco che la porzione può essere forse giudicata medio-scarsa per un uomo)  e una mezza porzione di parmigiana di melanzane (molto gustosa, leggermente piccante. forse un po’ troppo olio). Poi acqua e caffè. conto di 13 euro con scontrino.

Devo dire che per la cucina dò un sette, ma ho scoperto che il locale (pare, non è una notizia confermata e anzi, se qualcuno ne sa di più ben venga) sia del macellaio Maurizio, quello di Piazza Vettovaglie, quindi probabilmente vale la pena ordinare la carne (c’erano diverse cose, ma – chiedo venia – non ricordo, non avendo potuto leggere ho “spento il cervello” mentre la ragazza parlava). Probabilmente ci tornerò quindi proprio per quello e anche per gustarmi comunque l’atmosfera da “Brasserie toscana” che a me è piaciuta molto.

Aggiungo che c’è il wi-fi gratuito e che la domenica fanno il BRUNCH!!!! (io sono fissata per questo lo segnalo…)

Spero di sentire presto altri pareri di gente più esperta… 🙂

3 ganasceDò tre ganascine di incoraggiamento.


Visualizzazione ingrandita della mappa

15 pensieri su “Di qua d’Arno, Pisa

  1. Peccato! So che per tutto il periodo natalizio sono stati aperti tutti i giorni, si vede che ora hanno rallentato il rirmo. quando vai informaci! 😉

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

  2. Io l’ho provato come locale dove bere quacosa la sera. Superato l’impatto ruvido con la cameriera (vedi descrizione principale) ci siamo anche noi scontrati con l’assenza del menu’. Se almeno le cose da mangiare vengono dette a voce, quelle da bere no (e sarebbe impossibile farlo). Quindi allegra scena con la cameriera che ci incalzava: “che volete quindi? allora che prendete?” e noi che senza sapere che pesci pigliare cercavamo di ribattere “ah boh, dunque, avete questo? avete quello? che vini? ma i cocktail li fate? vini dolci?”.
    A parte questi inconvenienti, bevute buone, ambiente molto piacevole ma prezzi un pochino piu’ alti della media (per dire, un prosecco a 5 euro).

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

  3. Ah ecco, allora non era un’impressione solo mia! 🙂 spero che magari la prossima volta sia un pochino più gentile…e anche io dopo un po’ mi perdo quando dicono i menu a voce e non riesco a seguire…

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

    1. si comunque l’esser brusco della cameriera sembrava venirle proprio spontaneo, senza cattiveria… 🙂 e per questo, per quanto strano, non mi ha dato l’impressione che fosse scortese 🙂

      Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

  4. no. no, assolutamente nessuna cattiveria, lo so che è solo un modo di fare solo un poè più sbrigativo, a pisa usa 🙂 🙂 🙂 niente di grave.
    prossima domenica che finisco di consegnare un mega lavoro ci torno per il brunch!!!

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

  5. Noto questioni sulla cameriera.
    Qualcuno la definisce non gentile, altri dicono è solo sbrigativa.
    E poi qualcuno chiosa con ‘a Pisa usa’.
    E qui sta il punto: ‘a Pisa usa’.
    Usa cosa? Essere scortesi coi clienti. Essere sbrigativi.
    Bingo! Si purtroppo il commerciante pisano la cortesia
    l’ha lasciata ai genovesi ai tempi della Meloria.
    Mentre cinesi, giapponesi, ma anche meridionali, o per stare in casa, i lucchesi quando arriva il cliente lo fanno sentire un re.
    E giustamente prosperano (oltre agli ottimi prezzi). Sarà che l’oste pisano ha a che fare con gli studenti e con turisti che non rivede? E lo studente una volta munto, torna il mese dopo?
    Io sento oramai continue lamentazioni su questa scortesia.
    E da pisano me ne rammarico.
    Certo Pisa non è una città cortese, ma quanto ne guadagnerebbe anche in turismo se rivedesse le buone maniere.
    Scusate la divagazione ma ho le scatole piene di sentir parlare della mia città come di una città bellissima ma con gente scortese ai limiti dell’educazione e prezzi esosi.
    E poi il turismo langue?

    Molto buono. Utile o no: Thumb up 6 Thumb down 0

    1. No no un momento: la scortesia pisana è un dato di fatto in molti locali e negozi e consiste nel fatto che “ti vien fatto un piacere a venderti la roba”, pazzesco. Detto questo, la cameriera in questione non rientra fortunatamente in questa categoria, a me è semplicemente sembrata un po’ brusca come persona ma senza dolo e senza danno, davvero!

      Utile o no: Thumb up 2 Thumb down 0

  6. Ciao, volevo dire che sono tornata in questo ristorantino altre due volte e la mia esperienza (anche per il servizio e per la cameriera, molto gentile queste altre volte) è stata ancora migliore. Ottime le omelette e i contorni di verdure (sempre diversi). Tutte le volte sono uscita contenta per l’ambiente e per il pranzetto.

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

  7. Mah, io lavoro al Duomo, e proprio oggi chiacchierando con dei brasiliani mi son sentito dire “Sei il primo italiano gentile e simpatico che abbiamo incontrato!” Al che gli ho chiesto quali città d’Italia avessero visitato, prima di Pisa. Risposta: “Venezia, Verona, Vicenza, Milano, Bergamo, Bologna,…” e non me ne ricordo altre.
    Ergo: o quella dei commercianti pisani scortesi è una leggenda metropolitana, o Pisa è una città normale come molte altre, oppure anche in molte altre città la gente è scortese.
    E poi per favore basta con questa Meloria, sembra che la storia di Pisa non sia altro! Ecchecc****…

    Utile o no: Thumb up 2 Thumb down 0

    1. Quella della Meloria era visibilmente una battuta, per fortuna la storia di Pisa-che conosco bene- è molto altro.
      La scortesia dei commercianti pisani non è una leggenda, semmai una generalizzazione e come tale può anche essere ingrata, ci sono tanti ristoratori che sanno il fatto loro, ma quando vado a vedere bene : o vengono dal Sud o sono comunque ‘stranieri’.Un plauso a te Tico se ti fanno i complimenti, onori la città dove lavori e lasci un buon ricordo. Me ne rallegro. E smentisci il detto che mi sento dire dappertutto ‘meglio un morto in casa etc’. Non sempre vox populi è vox dei.

      Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

  8. Mi aspettavo molto di più vista la location curata e molto carina…..mi limiterò a dire che, come rapporto qualità (e aggiungerei quantità)/ prezzo siamo molto scarsi…praticamente si esce con la fame…a meno che non abbiamo voglia di spendere ancora di più e ordinare primo .. secondo… dolce…ma non lo consiglio. Peccato!

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

  9. Grazie, Marlon. Ma… io non smentisco nulla: il detto “meglio un morto in casa… ecc.” è stato inventato da scemi masochisti, non è offensivo nei cfr. dei pisani. Infatti la nostra risposta è “che Dio t’accontenti”, oppure “c**** tua!”, e altre.
    Chiedo scusa per l’OT, la prossima volta mi atterrò allo scopo del sito…

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

  10. Locale familiare ma elegante con bella gente, cucina tipica toscana , cameriera gentilissima ed educata oltre che molto veloce ed efficiente, menu ‘ strepitoso esposto a vista e ripetuto comunque dalla cameriera oltre che essere scritto sulla lavagna fuori , ho pranzato con gnocchi ai carciofi e baccalà al forno , veramente ottimi e appetitosi così come la torta crema e pere artigianale squisita . Nonostante il pienone nelle ore di punta si mangia velocemente . Gran bel posto

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

Rispondi