La Grande Rustichella – San Martino Ulmiano (Pisa)

Torno a scrivere dopo un bel po’ per segnalarvi questo posto !

Sabato sera freddo in quel di Pisa: io ed altri 3 fortunelli prendiamo la macchina e ci dirigiamo verso l’ex Nonna Tuta ed anche ex “Non mi ricordo”. Arrivati al curvone di San Martino, notiamo la fila delle macchine parcheggiate lungo la strada che si estende per qualche centinaio di metri. Buon segno, penso.

Siamo in quattro, ed abbiamo prenotato per le 21.30 perchè era “il primo tavolo disponibile”. Alle 22.15 ci fanno sedere. Insieme a noi, altri (non molto) allegri commensali aspettavano con pazienza che venisse  liberato il primo turno, bevendo un bicchiere di spritz  offerto per ingannare l’attesa titanica.

Ci accomodiamo in un tavolo nella veranda della veranda della veranda; freddino, il telo di plastica non tiene molto il calore dei “funghi”.  Piatti e bicchieri, che arrivano di li’ a poco, sono scompagnati: cosi’ come le posate. Pazienza, sono le 22.30 ed ho fame.

Visti i 6543 coperti (vedo ora su tripadvisor che il gestore si vanta di aver triplicato gli incassi) non ci viene portato il menù, ma a voce veniamo “consigliati”.

Antipasto di mare per quattro (56 euro tot) : acciughe alla povera, insalata di mare, seppie con insalata, fritturina di acciughe e gambero con salsa rosa, affumicato di pesce spada tonno e salmone, cozze alla marinara. 7 piatti totali (uno non ricordo cosa fosse): si passa dal congelato, al confezionato, passando per l’inscatolato. Poco male, son già rassegnato.

Bittico di primi per tre da dividerci in quattro (36 euro tot): spaghettoni allo scoglio (rosso), con più burro di quello che viene messo in quelli dalle Rampa a San Piero. Ravioli di cernia (?????????): io la cernia non l’ho vista, mi sembravano più ravioli confezionati e conditi con qualche salsa al surimi.

Quattro dolci (18,50 tot) in cui spicca sicuramente il babà, indiscusso leader della serata e 2 bottiglie di vino della casa (14 tot) completano il pasto.

Da scontrino noto che i caffè (3) ed una sambuca sono stati offerti:
totale  134.00 euro, 33 euro circa a testa. Da Benito martedì ne ho spesi 29, mentre l’ultima volta da Martini ne ho spesi 40.

Il servizio non poteva che essere caotico, ma con tutte quelle persone è impensabile poter fare un buon lavoro: i camerieri, sopratutto una ragazza bionda ed un altro ragazzo senza capelli, hanno cercato di salvare il salvabile.

Paghiamo, ringraziamo, ed alle 00.30 abbandoniamo il locale; con quel leggero pizzicorino di chi si è accorto di averlo preso dove non batte il sole.

1 ganascia1 ganascia.

La Grande Rustichella
Via Lenin 127 – San Giuliano Terme (PI)

2 pensieri su “La Grande Rustichella – San Martino Ulmiano (Pisa)

  1. Ci sono stato per una cena estiva. Abbiamo mangiato all’aperto sotto la veranda e la pizza era buona, così come lo erano i dolci. Servizio non fulmineo ma nemmeno troppo rallentato. Forse i prezzi erano un pochino più alti della media. Per quanto visto e mangiato, sarei orientato verso le canoniche 3 ganasce…

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

Rispondi