Ristorante – Friggitoria “Da Pino” Livorno.

La pausa pranzo in zona Borgo Cappuccini – Piazza Giovine Italia può essere assolta in varie maniere. L’ultimo arrivato (in ordine di tempo) è questo locale, un ristorantino che fa anche friggitoria da asporto.

Il locale è piccolo, in un vecchio fondo della Livorno ottocentesca, ma d’Estate ha un bel dehors in Borgo. Il lato friggitoria è quello usuale: fritto di pesce, mozzarelline, olive, anelli di cipolla… con tre particolarità:  pane e panelle, pani ca meusa, arancine.

Come si può a questo punto facilmente immaginare, il lato ristorante è di stretta osservanza siciliana.

Ieri sera ci sono stato con mamma e zia, ed abbiamo preso:

  • io una pasta con le sarde, ottima.
  • Mia madre una pasta col tonno fresco e pomodorini, dice squisita.
  • La zia non ha preso primo.
  • Il secondo lo ha preso solo la zia: un trancio di pesce spada alla griglia con insalata mista, dice molto buono, fresco e cotto giusto. Io invece mi sono fatto portare un arancino a ragù, ottimo.
  • Dessert: mia madre un babà, buono. Mia zia ed io due dolcetti al pistacchio, discreti, ma non al livello del resto.
  • Due bottiglie d’acqua, ed un quartino di vino bianco alla spina, potabile ma niente più. (Hanno però anche buone bottiglie).

Abbiamo speso in tutto € 45

3 ganasceSecondo me merita le ecumeniche tre ganasce, ed è un posto da ritornarci tranquillamente quando si ha voglia di cucina siciliana. (Altri piatti in menù: pasta alla norma, pasta con i broccoli arriminati, con i ricci di mare, tonno fresco, caponata, cassata, cannoli…)

borgo dei cappuccini 7, 57126 Livorno, Italia – 3809073735

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Elephant Bistrot – Livorno.

All’inizio dell’Estate, mi son trovato in piazza Mazzini, ad una sorta di fiera in cui, stranamente, non c’era niente da mangiare. Ho

Il Caminetto – Montaione (Fi)

Per alcune circostanze che qui non interessano, mi sono trovato nei giorni passati a Montaione. Su segnalazione di una persona del posto,

4 risposte

  1. Sono stato 3 giorni in vacanza a livorno, mi e stato consigliato di andare a mangiare al ristorante da pino,e devo dire che si mangia veramente bene.accoglianza stupenda e cucina ottima lo consiglio a chi vuole mangiare bene.

  2. Mi piace sperimentare i locali di Livorno e non potevo esimermi da visitare la friggitoria di Pino ! Purtroppo ho trovato il posto un po sottotono, mi spiegò un atmosfera ne siciliana ne da trattoria livornese ! Dopo un assaggio omaggiato di pasta fritta e salamino ho preso un primo alla anciova e un pesce spada alla griglia . lo spada era buono lo spaghetto un po scialbo sembrava il pomodoro stemperato con del burro e l acciuga non si sentiva quasi per niente! Chi ha preso un insalata di polpo l’ ha apprezzata ed ha trovato buono anche il tonno con salsa di pomodoro e mentuccia . Classico cannolo con ricotta e caffè .
    Vino bianco della casa in caraffa dal solfito parecchio strutturato, ed un conto di circa 27 eurini a persona. Mah, non è scoccata nessuna scintilla, peccato, perché nella città labronica mi ci avventuro sempre volentieri dalla lontana contea pisana 🙂

  3. Carnevalino…cosi a Pescia ci chiama il giorno delle Ceneri e noi pesciatini lo festeggiamo “scambiando” la festa del patrono (S.Dorotea) con questo giorno con la tradizione di andare sulla costa tirrenica a mangiare il pesce.

    Quest’anno siamo stati “da Pino” e visto che delegano me per la scelta del posto e che la recensione dell’amico Silvestro e il commento di sommellie in contraddittorio mi aveva incuriosito allora decido di prenotare per le 13,00.

    Vado su internet e cerco un po’di commenti su questo locale e guarda caso se prenoto con Thefork(canale di prenotazione del solito “trip…”) posso usufruire di uno sconto del 30% !
    A questo punto non ho dubbi prenoto con Thefork. 🙂

    Arriviamo puntuali e dichiaro subito di aver prenotato con quanto sopra scritto e il titolare mi dice che va benissimo,che possiamo ordinare quello che vogliamo senza limitazioni di varieta’ di piatti e sul conto finale sarra’ fatto lo sconto dichiarato.

    C’era solo un tavolo con due clienti occupato e questo per me non era buon segno ma devo dire che nel giro di poco tutti e 35 posti erano presi,clienti abituali e turisti come noi !

    La pasta fritta anche a noi ma non il salamino come a somme ! 🙂 Buona ,bella calda e si capiva che l’olio era di prima friggitura.

    Per iniziare prendiamo un antipasto misto di pesce per tutti (siamo 6) e chiediamo di consigliarci un vino in bottiglia : “il grillo” vitigno autoctono siciliano,non ricordo la cantina,buono e profumato e sarranno 2 bottiglie alla fine del pranzo.

    Antipasto : cozze a vapore buone, baccala’ fritto con purea di cipolle di tropea…veramente buono e fatto bene ovvero croccante di fuori e morbido all’interno.
    Si prosegue con acciughe all’aceto, polpo e insalata di mare caldi.

    Bis di primi : prendiamo delle tagliatelline al riccio buone e dal gusto molto delicato rispetto a tante altre volte che ho mangiato questo piatto che e’ sempre stato di sapore intenso, ricordo una volta anche troppo !
    Il secono piatto era spaghetti alle sarde(visto quanto scritto da silvestro con cui concordo il giudizio) ottima portata.

    A questo punto eravamo gia’ sazi ma incuriositi dalla buona cucina e gia’ alla seconda di “grillo” chiediamo una porzione di paranza che avevamo fatta mettere da parte quando altri l’avevano chiesta e carpito che con il mare mosso non ne avevano avuta “in rifornimento”,
    (se questo e’ vero o no lascio a Voi il dubbio…). Era buona ma non tanto varia molte sogliole di varie dimensioni da 4 a 10cm. circa e qualche altro pescetto…,
    Si prosegue con una porzione di baccala’ fritto e una di acciughe sempre fritte, tutto buono ma mi sembrava che la “friggitura” avesse perso un po’di smalto.

    Dolce : 2 cannoli siciliani ,2 baba’ e un dolcetto (dolcissimo) al pistacchio.
    Cannolo croccante e “ripieno” fresco, baba’ buono e delicato,dolcetto troppo dolce !

    Ci siamo “trastullati” a chiaccherare con il titolare (simpatico e garbato)fino al momento del conto: sul foglietto di carta il totale €.180,00 allegato scontrino fiscale €.126,00 (non fa una “grinza”). 🙂

    Conclusioni : la scintilla (come dice l’amico somme…) e’ scoccata solo per 2 piatti ovvero per il baccala’ fritto e per gli spaghetti alle sarde,tutto il resto buono ma come si trova in tanti altri posti.

    Ciritorno, si ma dopo aver provato altri posti su Livorno a me sconosciuti.

  4. … e te Frank avevi pure il 30 % di vantaggio 🙂 comunque è un periodo che non trovo più il feeling con i locali di Livorno 🙁 anche l ultimo test è stato una mezza delusione ! peccato !
    Ma persevero non mi do per vinto 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accetto la Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.