Ciricena d’autunno a La Quercia – Santa Maria del Giudice, Lucca

Siamo finalmente riusciti a organizzare la nuova Ciricena, e stavolta ho costretto tutti i partecipanti ad andare a La Quercia, che secondo me è stata la più bella scoperta in zona del 2017.

Ciricena di 7 persone, bella compatta. Abbiamo cominciato con un antipasto: in 4 abbiamo preso tutto fumo e chianina, la tartare affumicata dal servizio scenografico che ha soddisfatto tutti. Altrettanta soddisfazione per l’antipasto del pescatore, pieno di cosine pesciose ben fatte.

Poi un giro di primi: io ho preso le pennone su crema di verdure, mazzancolle e porcini, veramente ottime, sono state ordinati anche i tordelli lucchesi, due amatriciane al profumo di mare e un risotto bellissimo e, dice Frank55, veramente ben fatto.

Poi dolci, tutti cioccolatosi, con un successone di mamma ho rovesciato il vasetto, ma anche la mia minisacher con gelatine di lime e lampone non scherzava affatto.

Biscottini finali, caffé e qualche ammazzacaffé.

Abbiamo bevuto due bottiglie di vino, un bel rosé spumante e un signor sauvignon del Collio per un totale di 50€ circa in vini.

Servizio discreto e efficiente al solito, e poi due chiacchiere con lo chef, che ci stanno sempre bene.

Spesa totale 40€ a chiorba, che secondo me ci stavano tutte.

Ora parola ai miei fantastici commensali

Social Login

Social login ciritorno Le collaborazioni latitano, quindi da oggi, per risparmiarvi la fatica della registrazione, potete fare login con vari servizi e social network, nel caso che vi venga voglia di collaborare con Ciritorno, la vostra porta per la fama gastronomica!

Bi Bar – Porto Ercole (Grosseto)

Abbiamo pranzato con la famiglia qui verso ferragosto. Tre primi di pesce (gnocchetti per il Pupo, scoglio per noi), due bicchieri di bianco, acqua e caffé.

Le paste erano nella norma, buone ma senza troppi slanci.

Il servizio puntuale e gentile, il posto, una veranda sul porto è molto piacevole, ma probabilmente tornerei più per l'aperitivo (quelli che ho visto portare erano molto belli) che per un pasto completo. Prezzi allineati a Porto Ercole, quindi altini.

3 ganasceVeramente non c’è altro da dire

Lungomare Andrea Doria, 22, 58018 Porto Ercole GR

Trattoria Da Ruggero – Giglio Porto (Grosseto)

Questa trattoria sul porto dispone di una struttura coperta e di alcuni tavoli esterni. Leggere il menù vi catapulta istantaneamente negli anni '80, con una serie di pietanze "storiche". Non aspettatevi quindi particolari slanci creativi, ma piatti solidi e collaudati.

In quattro abbiamo preso tre antipasti: crostini ai frutti di mare, un antipasto di gamberi e conchiglie e la tonnina con pomodoro e cipolle. Quest'ultima è una specialità di queste zone, tonno conservato sotto sale, in seguito dissalato è messo sott'olio. Molto saporito.

Abbiamo proseguito con due primi e due secondi. Spaghetti alle vongole (regolari) e tortelli con sugo di nero di seppia, buoni ma un po' sovrastati dal ripieno. Quindi due filetti di san pietro con patate e pomodorini, mi si dice molto buoni.

Conclusione con un sorbetto al limone e due creme con cioccolato. Buoni.

Da bere acqua naturale è un vermentino piacevole (La Pettegole di Banfi).

Il tutto per 120 europei conto un po’ salato. Come dicevo piatti semplici e tradizionali, ben fatti. In questo il locale è una vera trattoria.

3 ganasceTre ganasce. Ciritorno? penso di no. Amo un altro tipo di cucina.

Trattoria Da Ruggero, via Umberto I 45, Giglio Porto

Mood Lounge Bar – Santa Fiora (Grosseto)

Il Mood Lounge Bara ha aperto questa estate a Santa Fiora. Il posto è molto bello, in via delle Fontane 3 ovvero, per chi non conoscesse il posto, appena imboccata la discesa che porta sotto al ponte. Il locale è molto bello, un misto rustico/moderno con un ingresso ad arco molto scenico e un bel bancone.

Per prima cosa è l’unico posto in paese dove troverete dei cocktail fatti come dio comanda, visto che ha in forza un barman patentato. Se chiedo un americano e mi fanno scegliere quale gin e quale vermouth voglio il locale prende subito un bel po’ di punti. Insieme all’aperitivo c’è un banco di cosine da mangiare per poter fare una (perdonatemi) apericena, ma è possibile mangiare anche taglieri (che mi si dicono abbondanti), bruschette e hamburger.

Gli hamburger possono essere assemblati scegliendo il tipo di carne (varie razze vaccine e la cinta), il peso (100, 200, 300gr), 3 ingredienti di serie in una utrita lista (e altri a modesto magamento). Di serie le salse e le patatine.

Birre interessanti in dotazione.

Sono andato a cena con un gruppo di 7 amici, abbiamo preso 5 aperitivi con relativo – abbondante – sbonconcellamento, e 8 hamburger di varia pezzatura (più piccoli per i bimbi – Ganascino si è scofanato mezza baguette con salsiccia). Personalmente ho trovato il mio, di maremmana 200g, saporito, morbiso e ben fatto, ma in generale eravamo tutti soddisfatti. Varie birre a contorno, acqua e bibite per i mocciosi.

In tutto abbiamo speso 110€, abbiamo cenato al fresco all’aperto e ci siamo divertiti. Citorno quindi? penso proprio di sì.

3 ganasce e mezzo3 ganasce e mezzo abbondanti.