Officina della Pizza (Pisa)

Sabato sera, cena a quattro con amici, la nostra pizzeria preferita piena (c’era la possibilità di andare al primo turno, ma io e signora odiamo mangiare con l’imbuto). I nostri amici ci suggeriscono di provare la pizzeria da cui si servono spesso da asporto.

Quando arriviamo il locale, ricavato in una veranda è molto pieno e un po’ rumoroso. Ci sistemiamo un po’ stretti e dopo poco il cameriere ci viene a prendere le ordinazioni per le bibite scegliamo birre alla spina della “Gilda dei Nani Birrai” e acqua (erano presenti anche altre birre artigianali in bottiglia).

Leggiamo il menu delle pizze, saltiamo le classiche e ci lasciamo attirare da quelle dell’Officina ( tutte con nomi “meccanici”, in linea con il nome del locale) scegliamo tre “Tassello” e un “cambio dell’Olio”. Ci viene chiesto che tipo di impasto preferiamo tra canapa, classico e ai cereali, io e signora optiamo per quest’ultimo.

Le pizze sono buone, sufficientemente condite e ben lievitate, l’unico appunto è relativo al pomodoro, forse un po’ sciapo.

Concludiamo con dei dessert, delle cheescake, buone ma niente di sensazionale.

In conclusione: 4 pizze, 4 birre, 1 acqua naturale, 3 dessert: 75€. Forse un po’ troppo…

Ci ritorno? Non so, probabilmente aspetterò che si trasferiscano nei nuovi locali alla Fontina.

2 ganasceDue Ganasce.

Via Pungilupo 21 Pisa

2 pensieri su “Officina della Pizza (Pisa)

  1. Anche io l’ho trovato caro. Tra le birre artigianali e le farine speciali che fanno lievitare il conto, si fa presto a salire col prezzo.

    Utile o no: Thumb up 0 Thumb down 0

Rispondi